Individuata violazione dell'account cloud di Tesla da parte di hacker che sottraevano da mesi dati sensibili. La scoperta dell'attacco è attribuita a Redlock, startup impegnata nel settore della cybersecurity. L'account è stato prontamente messo in sicurezza. Redlock stima, in un rapporto pubblicato lo scorso lunedì, che il 58% delle aziende che utilizzano servizi cloud (ad esempio Google Cloud oppure Microsoft Azure) abbiano reso pubblici per errore i dati di accesso relativi a tali servizi. 

(Fonte: Sky TG24)

 

Leggi l'articolo completo