Il nuovo ransomware ha colpito diversi Stati dell'Europa dell'Est. Tra i soggetti coinvolti anche la metropolitana di Kiev, l'areoporto di Odessa e alcune società di Media russe. Al pari dei suoi predecessori (WannaCry e NotPetya), Bad Rabbit è diretto a danneggiare le reti d'impresa e si è diffuso a partire da un finto programma di installazione di Adobe Flash Player. Questo malware criptografa un'ampia gamma di file (doc,jpg, ecc.) richiedendo un riscatto di 0,05 Bitcoin per il loro sblocco. 

(Fonte: Corriere della Sera)

Leggi l'articolo originale completo